Pattumiera che Puzza e Raccolta Differenziata

StopOdor - Raccolta differenziata

Photo credit: epSos.de / Foter / CC BY

Raccolta differenziata: E’ una delle più importanti e positive abitudini del nostro tempo

Il cambiamento culturale ci ha, finalmente, indotto a fare la raccolta differenziata, con ogni rifiuto da riporre nel proprio contenitore. Carta, alluminio, vetro, plastica e umido. Ma se un problema è in via di risoluzione con il nostro comportamento virtuoso, un altro, più casalingo, è una spiacevole conseguenza di quest’ultimo: la pattumiera che puzza.

Che si tratti di una prima abitazione, piccola e magari provvisoria, o di una casa di dimensioni maggiori per famiglie, la pattumiera che puzza è sempre in agguato, onnipresente; si può tentare di nasconderla in un mobiletto, ma quando viene utilizzata, la pattumiera che puzza mostra la sua presenza immediatamente.

Insomma, la pattumiera che puzza, in poche parole, è un problema casalingo molto frequente che non è nato con il diffondersi della raccolta differenziata, ma che ora sembra essere aumentato o forse peggiorato. È come se l’umido, gli scarti di cibo, l’organico, isolati, senza la “protezione” degli altri rifiuti, emanino più odore di prima.

Le amministrazioni locali che hanno promosso la raccolta differenziata hanno pensato, nella maggior parte dei casi, anche alla distribuzione dei contenitori della differenziata; più precisamente se per i rifiuti “inodori” come plastica, vetro e carta, le famiglie stanno facendo autonomamente cercando i vari contenitori nei negozi, le amministrazioni hanno provveduto, o provvedono, a distribuire il contenitore dell’umido. Quando si parla di pattumiera che puzza il primo pensiero che viene in mente è infatti proprio quel bidoncino che, una volta svuotato, continua ad emanare cattivo odore.

La prima e più immediata soluzione alla pattumiera che puzza sembrerebbe quella di svuotarla il più possibile. Le ridotte dimensioni dei contenitori per l’umido in circolazione lasciano intendere proprio questo. Tuttavia non è sempre possibile e in certe situazioni l’imbarazzo nasce da un inaspettato e improvviso ospite e non si può stabilire il tempo esatto della diffusione dell’odore. Una pattumiera che puzza, a volte, è solo questione di ore e di caldo: in estate una pattumiera che puzza si sente prima e più facilmente e in situazioni di aria stagnante l’odore fatica ad andarsene. Una pattumiera che puzza lo fa, ad esempio, anche all’aria aperta: chi è capitato per sbaglio nei pressi dei grossi cassonetti a bordo strada in un’ora calda dell’estate, sa cosa si intende.

Un problema collegato alla pattumiera che puzza, infatti, è quello relativo al contenitore vuoto: una volta gettati i rifiuti il bidoncino continua a puzzare con facili equivoci sul contenuto. “C’è la pattumiera che puzza” è il più frequente di questi equivoci linguistici, laddove uno intende per “pattumiera” il contenitore e l’altro capisce il contenuto.

Le soluzioni per risolvere il problema pattumiera che puzza, una volta appurato che si tratta del contenitore per la differenziata, sono molteplici e spesso rudimentali. Molti esiliano la “pattumiera che puzza” sul balcone, spostando, di fatto l’odore; altri adoperano la candeggina o altri prodotti come l’aceto per sostituire odore con odore (ma non solo: i due prodotti citati sono riconosciuti disinfettanti), ottenendo come risultato una pattumiera che puzza di candeggina o aceto.

Il problema dei problemi, parlando di pattumiera che puzza, non è però l’imbarazzo o il cattivo odore, bensì l’igiene e la pulizia, da garantire sempre e comunque, con pazienza e costanza, ad ogni contenitore per raccolta differenziata. Altrimenti, differenziare, diventa inutile.

StopOdor ha creado un prodotto unico nel suo genere, ovvero un nebulizzatore capace di trattenere i cattivi ododori! Uno speciale liquido viscoso appositamente progettato per eliminare l’odore fin dall`origine, dalla fonte, non permettendogli di espandersi. Questo potrà aiutarvi sicuramente ed inoltre, è ecologico al 100%!

PRODOTTO CONSIGLIATO PER LA PATTUMIERA CHE PUZZA: Scopri EcoShield