Toelettatura gatti: Gatto Persiano e trucchi per l’esposizione

Toelettatura gatti: Gatto persiano e trucchi per l'esposizioneToelettatura gatti: Il gatto da esposizione è un universo a parte, rispetto alle tradizionali tecniche di toelettatura, volte a garantire una maggiore igiene e pulizia del micio.

I giudici badano molto alla condizione estetica del gatto (in fin dei conti si tratta di un concorso di bellezza!) ed è essenziale presentare il gatto con il pelo pulito e soffice, privo di nodi, setoso e sgrassato al meglio possibile.

Gli allevatori solitamente provvedono da sé, con segreti ed artifizi appresi nel corso della carriera e volti a valorizzare al meglio la bellezza del manto del proprio gatto.

La condizione della toelettatura da esposizione avrà il suo peso, nell’assegnazione del giudizio finale, oltre alla rispondenza dei tratti somatici del gatto allo standard di razza.

Se avete avuto occasione di assistere ad esposizioni feline, sarete rimasti affascinati dalla maestosità del gatto Persiano, che quando toelettato al meglio, è di una bellezza veramente spettacolare.

Toelettatura gatti: Quali sono i segreti di un eccellente mantello?

La mia esperienza personale, maturata appunto sul gatto Persiano, quindi con peli lunghi, è stata frutto di consigli sapientemente dosati da parte di una cara amica e primaria allevatrice oramai scomparsa e che ricordo con grande affetto, Anna Maveri Poretti.

A Lei devo tutto ciò che ho imparato. E che riassumerò in qualche piccolo consiglio, a beneficio di chi si vuole cimentare nella toelettatura da esposizione di un gatto Persiano.

Ovviamente, tutte le operazioni di toelettatura dovranno svolgersi in un locale adeguatamente riscaldato, per evitare un raffreddore al nostro micio!

Toelettatura gatti: Fase preparatoria:

Non basta che l gatto sia perfettamente lindo e pulito, è essenziale fare qualche ritocco con le forbici alla “acconciatura” del gatto. Utilizzeremo per questo scopo due tipi di forbici, una di quelle indicate per sfoltire i capelli, con lame dentellate, e la classica forbicina da manicure a punte ricurve. Agiremo sulle irregolarità del pelo per avere un effetto estetico migliorativo.

Con la forbice per sfoltire, rifiniremo innanzi tutto il contorno guance del gatto. La testa del gatto Persiano deve presentarsi ben tondeggiante, quindi con mano leggera rifiniremo la rotondità del muso. Con le stesse forbici, spunteremo un pochino della cima della coda, che, secondo lo standard, deve essere corta. Non tagliate tutto il ciuffo finale della coda! Basta una leggera spuntatina alla cima, per avere un effetto ottico ed estetico ottimale.
Passiamo ora alle forbicine da manicure. Con queste, arrotonderemo il bordo delle zampe, pareggiando i ciuffetti di pelo che spuntano irregolari, in modo da avere dei piedini ben arrotondati sul davanti. La fase successiva, è volta a ritoccare il bordo delle orecchie. Nel gatto Persiano le orecchie devono essere piccole, e gli spuntoni di pelo alla sommità delle orecchie le fanno apparire più grandi. Per evitare di ferire accidentalmente il micio, prendete l’orecchio tra il pollice e l’indice, lasciando che dalle vostre dita spuntino solo i ciuffi troppo lunghi. A questo punto, con le forbicine, ripassare il bordo dell’orecchio, facendo molta attenzione a non ferire il gatto.

Per i peli chiari, bianco, crema, blu, è indicato uno “stripping”, che per ottenere il miglior risultato va eseguito a mano. Lo stripping è una delle toelettature più complesse e consiste in una muta manuale del pelo di tessitura dura, già maturo per poter essere asportato e che da solo non verrebbe perso: in questo modo asportando tutto il pelo morto si da modo al nuovo pelo di crescere senza difficoltà e il mantello avrà una silhouette ben proporzionata, con un pelo estremamente soffice, leggero e chiaro.

Terminata la fase di sistemazione del pelo, passiamo al lavaggio vero e proprio.

L’ideale sarebbe lavare il nostro gatto in vasca ed utilizzare una doccia per agevolare tutte le operazioni di risciacquo.

Fase 1 della Toelettatura gatti: Sgrassare il pelo.

Non basta che il pelo sia ben pulito, la sgrassatura è fondamentale, per ottenere un effetto finale vaporoso e naturale.

Il primo lavaggio quindi si farà con ….. detersivo per piatti! Non inorridite, ci sono ottimi detergenti per stoviglie non aggressivi per la cute, delicati ma efficaci nel loro proposito. Scegliete uno di questi. Per i peli rossi, che spesso sono più grassi, è consigliabile utilizzare una pasta lavamani di consistenza fluida.

Insaponate bene l gatto dal collo fino alla cima della coda, senza effettuare questo trattamento sulla testa.Massaggiate con delicatezza ma in profondità, e risciacquate.

Fase 2 della Toelettatura gatti: Il lavaggio cosmetico

A questo pnbto, passiamo al lavaggio vero e proprio. Sebbene esistano miriadi di shampoo per gatti, io ne utilizzavo uno di provenienza americana, specifico per donare corpo e tessitura al pelo.

Comunqe, affidatevi ad un buon negozi di accessori per animali per farvi consigliare sul prodotto che ritenete migliore.  Insaponare bene il gatto, lasciare agire lo shampoo per qualche minuto, e risciacquare. Avvolgete il gatto in un ampio asciugamano per assorbire l’eccesso di acqua, e coccolatelo un po’, per tranquillizzarlo.

Fase 3 della Toelettatura gatti: Asciugatura

Anche in questo caso, mi ero dotata di un phon professionale, che permetteva di lavorare con entrambe le mani libere. Tuttavia, con un po’ di dimestichezza, riuscirete ad ottenere ottimi risultati anche con il tradizionale phon domestico. Pettinate il gatto e procedete alla asciugatura contropelo, pettinando continuamente ed accompagnando il flusso di aria con il pettine. Lo strumento migliore, per questo utilizzo, è  pettine a denti larghi di metallo, che troverete facilmente in un negozio di aricoli per animali. Fate attenzione ad asciugare con cura la parte inferiore del gatto, per evitare appunto dei raffreddamenti del micio.

Finito? Assolutamente no!

Pulire con attenzione gli occhi; la lacrimazione tipica del gatto persiano richiede una costante attenzione a questa cura che deve essere normalmente effettata due volte al giorno, diversamente può lasciare tracce indelebili sul musetto. Impiegheremo dei cotton fioc e acqua borica, acquistabile in farmacia. Intingiamo il bastoncino nella soluzione e lo utilizziamo prima da una estremità e poi dall’altra. Appoggiamo delicatamente una delle estremità sul solco dove si ferma lo sporco delle lacrime e facciamo girare tra le dita raccogliendo tutto lo sporco, senza premere troppo. Quando la prima estremità del bastoncino sarà sporca, usiamo l’altra. Passiamo poi al secondo occhio, ripetendo tutta l’operazione. Potrebbero essere necessari due o tre bastoncini di cotton fioc, per ciascun occhio, o anche di più. Non utilizzate mai lo stesso bastoncino per entrambe gli occhi. Se il gatto avesse una congiuntivite monolaterale, potreste contagiare inavvertitamente anche l’occhietto sano.

Cosa importante da ricordare sempre è che l’esposizione non è solo una mostra di bellezza, ma anche un luogo d’incontro tra amanti di gatti e allevatori, e l’ultimo consiglio è questo: cercare per quanto più possibile di divertirsi e di trarre tanti spunti positivi, senza lasciarsi prendere troppo dall’ansia della competizione!

In questo articolo hai letto come effettuare la Toelettatura gatti su un gatto Persiano

PRODOTTO CONSIGLIATO PER TOELETTATURA GATTI: Scopri EcoFur

Fumo di Sigaretta: Come eliminare la puzza di Fumo

Fumo di sigaretta

Photo credit: Kr. B. / Foter.com / CC BY

Alla sigaretta si legano stati d’animo, ricordi e storie. Protagonista assoluto di molti film hollywoodiani anni ’40 e ’5o, la sigaretta è amata ed odiata allo stesso tempo.

Facciamo un viaggio nella storia della sigaretta, fino ad arrivare alla soluzione su come eliminare l’odore del fumo di sigaretta. Continua a leggere

Pipì di gatto sul Divano? Ecco Come Fare!

Pipi di gatto - StopOdor Ecopet

Photo credit: pmin00 / Foter / CC BY-ND

Pipì di Gatto e non solo..

Non è vero che i gatti hanno avuto successo negli ultimi tempi per via dei numerosi video su Youtube in cui sono protagonisti: Winston Churchill, Stanley Kubrick, Ernest Hemingway, Freddie Mercury, Elsa Morante sono solo alcuni dei Grandi del passato che amavano circondarsi di questi felini. Continua a leggere

Toelettatura Cani: Curare il pelo del Cane con Schiuma a Secco

Photo credit: halfrain / Foter / CC BY-SA

Photo credit: halfrain / Foter / CC BY-SA

Toelettatura Cani: Come per tutte le cose, anche per gli animali domestici ci sono tre categorie:

Chi li ama, chi non li sopporta e chi sta nel mezzo, amandoli quando sono dolci e affettuosi e tenendosene alla larga quando… puzzano! Continua a leggere

Odori in Cucina: Come Eliminare i cattivi odori dalla cucina!

StopOdor EcoHome

Photo credit: NancyHugoCKD.com / Foter / CC BY-ND

Odori in cucina: Non è stato necessario il boom delle trasmissioni tv per farci capire quanto, noi italiani, amiamo la cucina.

Non solo l’arte culinaria, il preparare manicaretti più o meno complessi, ma anche la stanza della casa in cui lo facciamo, la cucina, sempre calda, accogliente e famigliare. Ma, talvolta, per via degli odori in cucina, maleodorante.

Arriva il momento spiacevole in cui vi accorgete che ci sono odori in cucina; siete sicuri dell’igiene e della pulizia della vostra casa eppure gli odori persistono. Sgradevoli. Il primo posto dove annusate per individuare l’origine dei vostri odori in cucina è il lavandino: piccoli residui di cibo, acqua stagnate, liquidi vari e dal vostro lavandino esce la puzza a invadere la vostra cucina. Si tratta di un problema di scarichi, e le soluzioni sono note e a portata di tutti. Continua a leggere

Allergia Gatto: Risolvere l’allergia al pelo del gatto!

Allergia Gatto

Photo credit: kellyhogaboom / Foter / CC BY-SA

Allergia Gatto: Dopo aver parlato di pelo del cane, dedichiamo un po’ di attenzione anche al mantello dei gatti, così spesso tacciato di provocare allergia al pelo di gatto.

La cura del pelo nel gatto è fondamentale non solo al benessere del gatto, ma anche al nostro!

Alcune forme di allergia sono scatenate dal pelo del gatto,  anche se è errato affermare in senso stretto di avere “l’allergia al pelo del gatto”.  L’allergia  è  in realtà scatenata da due tipi di proteine, chiamate  Fel D1 e Fel D4 , che vengono secrete dalle ghiandole sebacee del gatto e sono contenute nella saliva. Continua a leggere

Scarico WC: Come eliminare la Puzza in Bagno

EstopOdor EcoHome WC - Puzza in bagno - Scarico WC

Photo credit: Anne Worner / Foter / CC BY

Scarico WC: C’è puzza in bagno!

C’è puzza in bagno è Una frase che pronunciamo o sentiamo dire molto spesso, nella vita di tutti i giorni e che ci fa avvicinare a quel mistero oscuro che sono i nostri scarichi, specie lo scarico wc.

Al di là degli odori “normali” presenti in un bagno, quelli che uno si attende di trovare, la puzza in bagno che preoccupa è quella degli scarichi WC: abbiamo pulito, igienizzato, disinfettato anche con prodotti profumati, eppure dallo scarico wc fuoriesce uno stringente odore ed è questa la puzza in bagno a cui ci riferiamo. Continua a leggere

Odore Pelo del Cane: cause e rimedi naturali!

Odore pelo del cane

Photo credit: Andrew Morrell Photography / Foter / CC BY-ND

Oggi trattiamo di un aspetto particolarmente ostico, l’odore di pelo del cane.

L’odore di pelo del cane è un fenomeno che generalmente non incontra un particolare gradimento nell’olfatto degli umani.

In effetti, questo problema talvolta rappresenta la vera motivazione per cui molte persone si rifiutano di avere un cane, oppure non riescono a tenerlo in casa. Continua a leggere

Togliere la Puzza di Fumo di Sigaretta e Fuliggine

StopOdor EcoSmoke

Photo credit: Ronald Peret / Foter / CC BY

Puzza di fumo? Non c’è nulla di più fastidioso della puzza di fumo, dirà chi non è mai stato fumatore.

Il divieto di fumo entrato in vigore negli anni precedenti riguardante i locali pubblici deve aver pensato a quanti, anche fumatori peraltro, non amano dover mangiare in un locale impregnato di puzza di fumo. Continua a leggere

Muffa sui Muri? Come eliminare la puzza di Muffa in Casa!

Muffa sui Muri Come eliminare la puzza di Muffa in Casa!

Uno dei nostri più fedeli nemici invisibili è la muffa in casa!

La muffa in casa e soprattutto la muffa sui muri è talmente frequente da essere quasi considerato inevitabile se si pensa a quanta umidità c’è in casa.

La questione si ripropone puntuale in inverno quando stendiamo i nostri panni all’interno e cuciniamo, ma può succedere anche d’estate quando, porte e finestre chiuse, accendiamo i nostri condizionatori d’aria che producono condensa. Infine non dimentichiamo che la muffa in casa potrebbe derivare da problemi di isolamento che la nostra abitazione ha a nostra insaputa. Continua a leggere